Nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Umberto I di Roma i neonati prematuri sono senza latte materno: mancano kit monouso per i tiralatte. La denuncia arriva dai genitori dei piccoli pazienti in una lettera firmata da 14 mamme e papà e indirizzata, tra gli altri, al direttore sanitario, prof Ferdinando Romano. Il "Lactarium" all’interno del reparto è aperto ad intermittenza e saltuariamente da oltre 10 giorni ed è permesso alle mamme di tirare il latte solo una volta al giorno, con conseguente perdita del latte stesso per alcune di loro. Solo una delle cinque moderne macchine per rifornire quotidianamente i bimbi prematuri di latte materno risulta al momento disponibile. "Trattandosi di bambini gravemente pretermine e incapaci di attaccarsi al seno, senza la presenza di macchine tiralatte sono impossibilitati a nutrirsi di latte materno, alimento indispensabile per l’acquisizione di anticorpi e i giusti nutrimenti, come ci è stato sottolineato e incentivato dallo staff medico del reparto - scrivono i genitori - Per sopperire a tale disservizio abbiamo persino proposto alternative ma non sono state accettate, come ad esempio portare a spese nostre gli attrezzi necessari per poter tirare il latte. Anche una macchina provvisoria `vintage´, piuttosto vecchia, proposta in alternativa si è rivelata inefficace".