Sabbia bianca, acqua cristallina, rocce di granito straordinariamente levigate, palme da cocco, una natura incontaminata tutta da esplorare che si mescola perfettamente con la vitalità multirazziale della cultura creola; tutto questo può essere racchiuso in un'unica parola: Seychelles.

di Francesca Romana Gigli

 

Questo arcipelago composto da 115 isole nel cuore dell’Oceano Indiano è il paradiso della famiglie con i bambini. Assenza di animali velenosi e malattie tropicali, livello igienico sanitario buono, spiagge tranquille e pulite, acqua bassa per lunghi tratti.

 

La casa vacanza è la soluzione migliore, ottimo compromesso tra comfort e lusso e beneficio indiscutibile per le tasche della famiglia.

Tante sono le attività che si possono fare, tra le più interessanti: il corso di sub “Bubblemaker” rivolto a bambini tra gli 8 e i 12 anni. www.padi.com; oppure una visita al Praslin Ocean Farm a Praslin dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 16,00 e il sabato dalle 10,00 alle 12,00. Per informazioni www.seychelles.net.

 

Praslin

Praslin è la seconda isola più grande delle Seychelles. Insieme all’isola di Courieuse è la “mamma” del famoso Coco de Mer, la palma da cocco autoctona il cui frutto è conosciuto nel mondo per le sue  forme “maliziose”. Circa 6000 esemplari di Coco de Mer, si possono trovare in una delle più piccole aree al mondo ad essere stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco: la Vallée de Mai. Questa foresta primordiale, che copre buona parte dell’isola di Praslin, e’ un sito così affascinante e ricco di flora e fauna che per lungo tempo si credette fosse il Giardino dell’Eden.  E’ possibile visitarla entrando dal centro visitatori tutti i giorni dalle ore 8,00 alle ore 17,30 acquistando in loco il biglietto o prenotando una visita guidata presso il centro. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.sif.sc della Fondazione Seychellese per le isole, un’organizzazione nata nel 1973 con l’obiettivo di preservarne i tesori naturali.

A Praslin si “nascondono” alcune tra le più spettacoli spiagge delle Seychelles. Prima fra tutte, Anse Lazio con il suo palmeto che affonda direttamente tra i granelli di sabbia e gli onnipresenti blocchi di granito. Direttamente sulla spiaggia sorge un delizioso ristorante creolo. Da non perdere il trionfo di pesce. Anche le altre spiagge come  Grande Anse, Anse Kerlan, Anse Boudin e Cote d’Or, amata per le lunghe palme che finiscono nell’acqua e per le “barche” di frutta che si acquistano sul ciglio della strada e che si possono degustare sdraiati sulla sabbia bianca, sono tra le più belle al mondo.

 

La Digue

L’Isola da copertina per eccellenza La Digue è conosciuta soprattutto per la sua Anse Source d’Argent, votata come una delle spiagge più belle del mondo. Immortalata in pubblicità di solari, come la Bilboa, e in film come il primo “Castaway, la ragazza venerdì” del 1986, Anse Source d’Argent racchiude tre i suoi scolpiti blocchi di granito la quintessenza della bellezza eterna. Levigate dal vento, queste rocce giganti fungono da cornice ad un mare che racconta tutte le sfumature del blu e dell’azzurro. L’entrata è a pagamento e si passa attraverso il parco protetto de l’Union Estate, dove attraverso un gigantesco monolite scorre una cascata ai cui piedi si bagnano le tartarughe giganti di terra. Dal sentiero che porta ad Anse Source d’Argent partono passeggiate per arrivare ad Anse Aux Pierrot, Anse aux Cedres, Anse Bonnét Carré, Point Jacques e Anse Marron, tutte spiagge da vedere almeno una volta nella vita.   

Vicino al piccolo approdo per le barche e i traghetti è possibile reperire tutte le informazioni su cosa fare, come muoversi e cosa vedere. Sicuramente le dimensioni ridotte di quest’isola rendono molto agevole lo spostamento interno. A piedi in un meno di un’ora si può raggiungere qualsiasi parte, ma il modo migliore per conoscerla è sicuramente la bicicletta, anche se una gita in carretto trainato da buoi è sicuramente molto suggestivo.